Relazioni

Essere se stessi

Essere se stessi

In un mondo che ci spinge a essere sempre al massimo, essere se stessi non è facile e richiede molto coraggio. Spesso la società ci influenza fino al punto di identificarci in modelli preconfezionati di bellezza, di felicità, di realizzazione massima che spingono a essere qualcun altro che non siamo, come se non esistessero alternative o come se non avessimo altra scelta sulle nostre vite. Ci impegniamo così, giorno per giorno, a dover correggere le imperfezioni, a dover rincorrere le mode del momento, a dover ostentare tutto sprecando il tempo a essere una versione di noi e di ciò che ci circonda che non sempre ci rappresenta.

E’ cercando lo scatto perfetto che si perdono gli sguardi sinceri, è argomentando tutto che si finisce per non sentire e per perdere gli angoli belli della nostra vita. Il quasi dovere “a dover essere meglio” contiene la triste insoddisfazione che ci accompagna e finisce per privarci del privilegio di ciò che siamo, di ciò che in realtà possediamo. Bisognerebbe urlare alla persona bella che siamo già, che delle cose belle le sappiamo già fare, che andiamo già bene così come siamo, con pregi e difetti, con qualche ruga e qualche chilo in più. Che non abbiamo solo il diritto di essere realizzati ma anche l’obbligo a sceglierci tutti i giorni. Che non siamo visibili al mondo se non ci si guarda con amore proprio; che si vale lo stesso tanto che si faccia l’operaio, l’ingegnere o lo scienziato.

E di chi ci vuole diversi, dubitiamo, ma non di noi stessi. Perchè la grandezza di una persona non si misura da come appare e da quanto possiede ma da com’è davvero. Perchè per essere se stessi e persone migliori, è meglio fallire nell’originalità che avere successo nell’imitazione. (Herman Melville)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.